89. 20 gennaio 2013

Piangere e non poterlo dire, disperarsi e doverlo celare.

Il male che hai al cuore sa attendere paziente la solitudine. Ti lascia vagabondare tra le lenzuola, ti avvolge ben bene, per poi scagliarsi furioso e senza respiro. Ti accascia, ti annienta a un mucchio di ossa. Ginocchia e clavicole sul pavimento, vertebre come briciole in una buriana di convulsioni.

Speravo di non dover tornare a scrivere, mai più. Ma la vita, volubile e astuta, sa come sorprendermi, in una domenica che non è nemmeno neve e nessuno mi può sentire.

Vivo l’assenza di un qualcosa che non mi appartiene. Smanio nell’attesa di un luogo che non esiste. Fingo sia niente, mantengo la quiete, ma la sorda verità è che eludo domande alle quali non so e non voglio rispondere. Il dubbio atroce di aver sbagliato momento, ché in fondo la vita è questione di tempo. L’ineluttabilità, ancora una volta, in una gabbia fatta di mezzi sorrisi e sospiri profondi.

Vorrei una spalla su cui naufragare, lasciarmi a galla tra braccia sicure. Ma sto solcando una rotta deserta, di cui mio malgrado ho scelto il rischio e il pericolo. Mi consumerò nel nulla di questa cucina, tra il ronzio del frigo, il muto incedere dell’orologio e la rabbia che mi fanno i loro sguardi omertosi. Mi lascerò andare al cielo come fosse d’agosto, una grondaia sprovvista e troppa pioggia intorno. Imperversi adesso che non devo nascondermi, si abbatta tutta e lasci dietro il niente. Quando avrà finito raccoglierò i pugni da terra, arerò i solchi dal volto. E poi farò un dolce che non verrà di sicuro, per il semplice gusto di vederlo bruciare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...