78. Annaspando

Urlano i piccoli silenzi

più del silenzio della montagna,

giungono negli spazi siderali

più potenti di un grido:

i perdoni non concessi

i conforti negati

la scomparsa di un bimbo

i dolori sepolti

i segreti sepolti.

E ruotano intorno alle nostre vite,

neri satelliti che cerchiamo d’ignorare.

 

Anna Maria Angelini Chiarvetto – Piccoli silenzi

Annunci

9 thoughts on “78. Annaspando

  1. spesso, le cose taciute – ma intensamente vissute – urlano dentro di noi con infinito clamore: i silenzi rimbombano con suono cupo e grave sulle pareti della nostra anima stancati abbraccio

  2.  Mahal condivido, oggi dopo una giornata de mierda a lavoro mi sento esattamente così.Grazie per avermi tirato fuori le parole.

  3. @ sandra13: Buongiorno, mia cara poetessa! Come stai? Ma i miei messaggi ti arrivano?!@ EnergiaCreativa: Infinite grazie di cuore, mia cara! La tua presenza e disponibilità mi danno sempre un senso di ascolto e protezione. Tutto sommato sto bene, un po’ malinconia e fiaccata nel corpo e nello spirito, ma il conto alla rovescia vacanziero mi sorregge… Mi piacerebbe tanto parlarne con te, anche se è uno di quei momenti in cui non sai nemmeno da dove iniziare. Hai presente? (E già ti vedo rispondere come il Re in Alice in Wonderland… :)) E quindi ho l’impressione di tediarti per niente…Cmq in caso quad’è che ti trovo? Io in giornata dovrei essere su skype, volendo anche domani. Se vuoi possiamo fare che se hai voglia e tempo mi dai un colpo, altrimenti nessun problema, nessun impegno, e ancora infinite, infinite, infinite grazie!@ Emi Stone: Che si sia un po’ simbiotici? Grazie, da quando ti so qui in casa mia è tutto un po’ più caldo.@: Un abbraccio fortissimo a te, mia dolcissima Bhadra. Io… Boh, un po’ difficile da definire. Vado un po’ a giorni, diciamo. E’ uno di quei periodi in cui va tutto abbastanza bene, ma hai delle spine nel fianco che non vuoi più sopportare e fremi in attesa di toglierle. In più ho la testolina che tende a macinare, macinare e macinare, per cui mi ritrovo a riflettere continuamente sui massimi sistemi e scardinare anche le più consolidate consapevolezze. Quando troverò un po’ più di serenità e stabilità starò sicuramente meglio, ma nel frattempo ci vuole tanta pazienza. Speriamo che le vacanze mi rilassino un po’! E tu? Cosa mi racconti di bello?

  4. Nonostante questo post non mi comunichi uno stato di grazia, sono felice di leggerti. Aggiornaci, per favore: la famiglia, qui, tiene a te.(che detto così suona molto "Padrino"…  )

  5. (…che detto così a me suona molto "meno male che ci siete". Tornare qui e ritrovarvi sempre e cmq è un qualcosa per cui non ho ancora ben capito chi debba ringraziare.)Ebbene, lo stato non è di grazia, decisamente, ed è tutto molto semplice e contorto al tempo stesso. Semplice, perché di fatto la vita procede abbastanza bene e non posso lamentarmi. Ma contorto perché dentro sono in subbuglio totale, il che forse vuol dire che ho un po’ perso la rotta.Avrei "semplicemente" bisogno di capire dove voglia andare, ma tempi e modi di elaborazione non mi vengono incontro, come sempre. Sensibilità canaglia! Nonché eccessiva voglia di voler vedere chiaro fino in fondo e capire sempre tutto. Mi ponessi meno domande sarei forse una persona con meno risposte, ma stomaco e fegato ringrazierebbero.Quindi, ecco come sto, tutto e niente. Appena riuscirò ad infrangere il "blocco dello scrittore" tenterò di raccontarlo magari un po’ meglio.Nel frattempo ti abbraccio forte, mia cara.E sempre un enorme piacere.

  6. …chissà cosa ti manca… …chissà cosa stai cercando……non c’è serenità nelle tue parole, ma sono anche prive di astio, quindi vittoriose… buona giornata-

  7. Cosa mi manca, cosa sto cercando… Sono esattamente le domande che mi pongo, ogni giorno, in ogni momento. E spero di trovare presto le risposte.Hai colto bene, non c’è astio, non più. Dopo aver riversato quel po’ che si era accumulato nel fondo dello stomaco, sto meglio e mi rendo conto che ciò contro cui mi accanivo prima probabilmente era solo il fastidio collaterale di un disagio ben più profondo, forse esistenziale.Il tuo augurio vittorioso è per me bellissimo, speriamo sia così, ti ringrazio di cuore.Un forte abbraccio e buona giornata a te!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...