28. Venticinque ottobre

E dicono che se ci sei anche tu
sembro meno nervosa…
E’ che mi togli i nervi e te ne vai.
So solo che la curva del tuo collo
è il posto più perfetto che ci sia
per questa fronte
e se mi abbracci è come entrare in casa
sapendo che non ci si può restare…

Isabella Leardini

Questa è per te, mia sospirata Poesia. Per te che sei tutto e men che niente; la più dolce illusione che la ragione mi abbia mai saputo dare. Per ogni istante rubato al tempo, ogni respiro, ogni sussulto, e tutto il sonno che mi hai sottratto.
Questa è per te che mi abbracci e non ti lasci afferrare, per la tua eterea inconsistenza che puntuale mi distoglie dalla realtà. Per tutti i discorsi, i sorrisi e pensieri; per ogni battito d’ala e fremito di cuore.
Per tutte le notti ed i giorni passati insieme a ridere, scherzare e fare l’amore. Per te che sei la mia ispirazione, la più logorante visione, la malattia più soave.

A te che sei (niente di) tutto questo. Tutto ciò che vorrei ma non posso avere.
Oggi è il tuo compleanno ed io ti festeggio.
Brinderò all’uomo che (non) sei, e tu nemmeno lo immagini.
Celebrerò il tuo giorno cercandoti, come sempre, nei nostri luoghi. Immerso in uno dei tanti viaggi che solo tu, splendido avventuriero, alla vita sai strappare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...